Propulsori
Elettrici


Basato su tecnologia di propulsione del plasma RF
magneticamente migliorata,
è caratterizzato da un bassi costi di sviluppo e costi ricorrenti.
il nostro prodotto

REGULUS

Sistemi di propulsione semplici, versatili e convenienti per fornire mobilità alle piattaforme satellitari e ai dispenser di nano satelliti che forniscono da 10 a 80 W di potenza.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI
VANTAGGI

A basso costo

Il sistema è concepito specificamente per essere un ottimo compromesso tra costi e prestazioni, mirando a una sostanziale riduzione dei costi rispetto alle unità ad alti DeltaV attualmente disponibili nel mercato.

Sistema in un’unità
1+ Cubesat

Il sistema è concepito per piattaforme satellitari (tipicamente nel range da 6 a 70 kg di massa, 10 – 80 W di potenza) che richiedono alti Delta-V. È costruito seguendo il concetto di box All-in-One su cui PPU, PCU e propulsore occupano un volume Cubesat di 1 unità. Il serbatoio di propellente e la FCU sono integrati nella parte superiore del sistema occupando un volume che dipende dalle esigenze del sistema.

Lunga vita operativa

Grazie alla sua architettura, senza elettrodi esposti e senza neutralizzatore, il sistema è in grado di durare a lungo anche in caso di ambienti ricchi di ossigeno (orbita bassa). Il motore stesso è molto versatile in termini di profilo di missione, non ponendo limiti alle capacità di riavvio e consentendo la regolazione della spinta se necessario.

Tecnologia affidabile e robusta

Il sistema può funzionare con molti gas diversi (CO2, Argon, Xenon, Iodio e altri) rendendolo adattabile a diversi scenari di missione e alle esigenze dei clienti.

Interfacce standard
con la piattaforma satellitare

Il sistema si interfaccia con il satellite tramite CAN BUS o i2C, quindi adatto per una facile integrazione.

Conoscenza approfondita
della produzione di plasma
e della fisica dell’accelerazione

Conoscenza approfondita del comportamento del sistema che comporta rischi ridotti per lo sviluppo di sistemi di volo. Capacità di tradurre le esigenze specifiche dei clienti riguardo al ridimensionamento del sistema per permettere diversi requisiti di potenza e di spinta, in tempi e costi limitati.

APPLICAZIONI

Compensazione continua del drag atmosferico, modifiche dell’altezza dell’orbita, modifiche al piano orbitale, decommissioning, esplorazione dello spazio profondo di piattaforme mini e micro in grado di fornire una potenza da 10 a 80 W.

RISULTATI

Il motore, in diverse versioni, è in fase di sviluppo dal 2008. Fino ad allora sono state sviluppate e testate più di 10 unità di laboratorio e un modello di ingegneria. Sono state eseguite ampie misure di spinta. Attualmente sono in programma i test di confronto in altri impianti di propulsione elettrica e una unità di qualificazione finale è oggi in fase di sviluppo.

SVILUPPO

REGULUS è in fase di sviluppo e sarà qualificato nel quarto trimestre del 2018. Una missione di dimostrazione in orbita è prevista per il secondo trimestre del 2019.

Il nostro background

Stiamo lavorando su sistemi di propulsione a plasma RF potenziati magneticamente da più di 10 anni. Partendo dallo schizzo, abbiamo progettato, prodotto e testato i nostri sistemi al plasma.

Più di 10 anni d’esperienza

Competenze sul processo di sviluppo

PROBLEM SOLVING

PROGETTI FINANZIATI

HPH.com, finanziato dal progetto EC FP7 della CE. Consorzio coordinato dall’Università di Padova, composto da 15 partner provenienti da nazioni dell’UE e 2 paesi ICPC.

SAPERE-STRONG, finanziato da MIUR. Consorzio coordinato da Thales Alenia Space Italia (TAS-I). Sviluppo di un propulsore classe 1kW per applicazioni di rimorchiatore spaziale.

Sviluppo di un innovativo propulsore a plasma RF potenziato magneticamente adatto per piccoli satelliti, finanziato dalla SME Instrument Fase I della CE.

CAPACITÀ

Svolgiamo attività di ricerca e sviluppo
attraverso un’indagine sperimentale combinata.

Progettiamo, sviluppiamo e testiamo PPU, reti RF, sorgenti al plasma e propulsori al plasma.

Progettiamo, sviluppiamo e ottimizziamo codici numerici per simulazioni di propulsori completi e interazioni di veicoli spaziali con “plume” di plasma.

Sviluppiamo camere a vuoto che combinano diversi sistemi diagnostici e bilance di spinta per test di propulsori RF.

Thruster technology

Propulsore a plasma RF potenziato magneticamente

Il sistema si basa sul concetto di plasma RF potenziato magneticamente, che è peculiare per la sua complessità fisica e semplicità di implementazione ingegneristica.

Senza Elettrodi immersi liberi e neutralizzatore

Il propulsore è caratterizzato da una struttura molto semplice: una camera di ionizzazione cilindrica dielettrica (camera di scarica), un'antenna a radiofrequenza (RF), un sistema di iniezione di gas, un sistema magnetico per il confinamento del plasma (all'interno della camera), un diaframma di uscita e uno schermo per il “plume”.
Il propellente viene dapprima ionizzato per mezzo dell'antenna RF e quindi espanso all'interno dell'ugello magnetico. Il sistema non presenta elettrodi immersi nel plasma e poiché espelle un plasma neutro, non richiede un neutralizzatore, semplificando la sezione fluidica e la sezione PPU.
Il propulsore espelle plasma (neutro) nello spazio quindi non richiede sistemi di neutralizzazione. Inoltre, non implementa griglie o elettrodi esposti ai plasmi, consentendone così una durata molto elevata.

La nostra tecnologia

Abbiamo sviluppato un sistema di antenne innovativo per consentire un migliore accoppiamento e una più facile corrispondenza nelle applicazioni spaziali.

La nostra tecnologia è in attesa di brevetto.